Extramoenia

Uno sguardo oltre

La creatività è innovazione e l’innovazione è futuro. Una visione prospettica della realtà che affronta quell'arte, di ieri e di oggi, che ha già lo sguardo puntato verso il domani.

Stai visualizzando solo gli articoli della rubrica "Il futurista"; Per vedere gli articoli di tutte le rubriche, torna all'homepage.

Il futurista

Guerrilla, dall'arte al marketing

Mano scassinatriceSi parla sempre di più di strategie di marketing non convenzionali, molto aggressive ma altrettanto creative, in grado di generare un forte impatto emotivo, così sorprendendo e pari modo accattivando il consumatore. I brand sono ormai disposti a tutto, anche alla guerriglia. Ed è proprio l’arte a soccorrere i più disperati attori del business, quelli che devono promuovere e vendere, indipendentemente dal prodotto e nonostante la crisi economica. Persino la creatività dell’artista di strada viene sguinzagliata senza troppi pregiudizi nelle formali ed educate stanze della pianificazione aziendale. Questo accade soprattutto se si è costretti a limitare i costi, a differenziarsi da un contesto pubblicitario fin troppo omologato o a provare a stravolgere le gerarchie del mercato con il solo potere delle idee.

Il futurista

L'arte di cambiare, dalla sensibilizzazione all'eco fashion

La Bottega di RijouxLo sa bene la cosiddetta “generazione Y”, figlia del benessere, della cultura pop e dell’innovazione tecnologica, proprio mentre annaspa affrontando una crisi economica senza precedenti: così non si può più andare avanti! Lo sviluppo dell’umanità dovrà fare i conti con la sostenibilità, non solo negli slogan, ma anche e soprattutto attraverso la concreta applicazione di ciò che si predica… Ma come possiamo fare, nel nostro piccolo, per limitare gli sprechi d’energia, i danni all’ambiente e gli effetti più nefasti del sistema in cui siamo nati e cresciuti? Non sarà certo facile, perché “tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare”. Quello che vorremmo cambiare è anche il nostro stile di vita, ma sarebbe un’ipocrisia parlare a cuor leggero di “decrescita felice” o di anticapitalismo, boicottaggio, lotta alle logiche del consumo. La recessione è un dato di fatto, ma ciò non significa che “si stava meglio quando si stava peggio”. Ricordiamo piuttosto che il miglior punto di partenza per ogni cambiamento vero, come insegna la storia, è sempre la cultura, intesa come l’insieme delle idee, dei valori e dei “tentativi” che illuminano il cammino dell’uomo.

Il futurista

Il Gruppo del Cenobio torna a Milano

Gruppo del Cenobio MilanoFino al prossimo 27 aprile alla Galleria Gruppo Credito Valtellinese di Milano sarà visitabile la mostra “Nel segno del segno, dopo l'informale. Il Gruppo del Cenobio” a cura del grande Luciano Caramel.

Questa mostra è la prima a ripercorrere in modo organico la storia del Gruppo del Cenobio, il sodalizio artistico che si sviluppò a Milano negli anni Sessanta del secolo scorso.

Pagina 2 di 12

Twitter

Facebook

Vuoi rimanere aggiornato sugli eventi del mondo dell'arte?

SEGUI EXTRAMOENIA SU FACEBOOK
Rijoux - La bottega del riciclo e del bijoux fatto a mano

icona newsletterIscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle novità di Extramoenia!


Virtual Expo

icona mostra SavinioVisita la "Commedia dell'arte" di Alberto Savinio.
Il meglio della mostra che c'è stata ora è per sempre.

icona Collezione BancartisCollezione Bancartis, la promozione fuori dagli schemi della BCC Mediocrati, con la mostra "Young at art".


Extramoeniart su Pinterest