Extramoenia

Distinzioni senza pregiudizi

L’arte, in ogni sua forma, è innanzitutto libertà. Raccontarla vuol dire anche evadere dalla prigione dello stereotipo, affrontare le proprie paure e guardare alla realtà con una criticità totalmente nuova

Stai visualizzando solo gli articoli della rubrica "Il bello, il brutto e il cattivo"; Per vedere gli articoli di tutte le rubriche, torna all'homepage.

Il bello, il brutto e il cattivo

I quadri sono specchi e il tempo non esiste

Il tempo si scioglieEra un vincente, un mago del business, l’Uomo-del-futuro, che quella notte procedeva con gran fretta e altrettanta discrezione verso un hotel di periferia. Aveva prenotato una stanza, a nome di uno dei tanti che erano disposti a prestargli ben più dell’eredità battesimale. Poteva permettersi qualsiasi cosa, lo sapeva bene, provava sempre una certa ebbrezza a contemplare il proprio successo, sistemandosi la cravatta davanti allo specchio. Vestiva elegante anche a casa, per risvegliare ogni volta l’orgoglio di sua moglie e la stima dei tre figli. Gli affari occupavano ogni piccolo frammento della sua vita, compreso l’amore.

Il bello, il brutto e il cattivo

Cinquanta sfumature di arte: il surrealismo erotico di Anthony Christian

Anthony Christian - Erotic handsNell’anno dell’incredibile successo della trilogia pop-erotica della scrittrice inglese E. L. James, che ha spazzato via, con la forza del best seller, qualsiasi residuo di pregiudizio nei confronti della tematica amoroso-sessuale nella letteratura, farebbe invece probabilmente ancora scandalo la diffusione ad ampio raggio delle medesime descrizioni sotto forma di disegno, dipinto o scultura. La disinvoltura con cui gli antichi Greci e Romani rappresentavano organi sessuali e scene di amplesso è ancora molto distante dalla realtà odierna, quasi surreale, ai limiti della vergogna. Serve coraggio, molto coraggio, per parlare apertamente di un artista come Anthony Christian, il genio contemporaneo della pittura erotica, che analizza con ironica fermezza e provocatoria e dissacrante disinvoltura uno dei tabù più ipocriti della moderna civiltà occidentale.

Il bello, il brutto e il cattivo

Arte contemporanea, una condanna a morte in tempo di crisi

Corre l’anno 2012, tra l’ansia della preannunciata fine del mondo e i disastrosi effetti di una crisi che va ben oltre l’economia. La cultura, instancabile essenza dell’uomo anatomicamente moderno, prova a dire la sua, con timida superbia, nel mezzo del confuso vociare di un Occidente bombardato dai mass media. E l’arte, in particolar modo quella contemporanea, che ha in sé la provocazione e il giudizio del suo stesso tempo, si ritrova in prima fila, a combattere gli smisurati eserciti della superficialità e dell’ignoranza.

Pagina 3 di 5

Twitter

Facebook

Vuoi rimanere aggiornato sugli eventi del mondo dell'arte?

SEGUI EXTRAMOENIA SU FACEBOOK
Rijoux - La bottega del riciclo e del bijoux fatto a mano

icona newsletterIscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle novità di Extramoenia!


Virtual Expo

icona mostra SavinioVisita la "Commedia dell'arte" di Alberto Savinio.
Il meglio della mostra che c'è stata ora è per sempre.

icona Collezione BancartisCollezione Bancartis, la promozione fuori dagli schemi della BCC Mediocrati, con la mostra "Young at art".


Extramoeniart su Pinterest