Extramoenia

Quando il pensiero diventa lente d'ingrandimento

Questo spazio è dedicato alla cronaca, ai quei momenti in cui è necessario fermarsi a riflettere.

Stai visualizzando solo gli articoli della rubrica "Editoriali"; Per vedere gli articoli di tutte le rubriche, torna all'homepage.

Editoriali

Lettera da Bisanzio

IstanbulIl web è una risorsa preziosa, soprattutto quando unisce anziché dividere, proprio come faceva il Mediterraneo in età antica. Ho quindi deciso di salpare per Istanbul, la città dei tre Imperi, che in questi giorni è teatro di drammatici scontri tra le forze dell’ordine e migliaia di manifestanti, soprattutto giovani, che denunciano una supposta deriva autoritaria del governo di Erdogan. Navi fenicie, a giudicare dall’immediatezza del viaggio, mi hanno catapultato nella realtà di un ragazzino di Istanbul, che mi ha fornito il suo punto di vista in merito a quella che sembra sempre più una “Primavera Turca”.

Editoriali

L'insostenibile leggerezza del malessere

Giovanni Reale - Il Quinto StatoPausa di riflessione, è il primo maggio... Anche solo un secondo, per ricordare i Martiri di Chicago, per farsi un’idea sulla delicata questione dell’Ilva di Taranto, per capire che la disoccupazione giovanile può diventare una malattia inguaribile. Qualcosa si è spezzato, qualcuno sta facendo il furbo, il sistema fa sempre più vittime. Piccoli imprenditori, divorati dalle angosce di una crisi economica senza precedenti, che di onestà e giustizia possono solo morire. Operai, gli ultimi della loro specie, perché produrre in Italia, con tutti questi diritti, costa troppo. E poi ci sono i precari, difficili da inquadrare nelle logiche tanto care alle ideologie del ‘900, così come i giovani laureati, ai quali sognare è vivamente sconsigliato. Una grandissima confusione, in cui il merito troppo spesso si perde, volente o nolente, e la recommendation si fa raccomandazione. Come biasimare chi non ha alternative ai padri e ai padrini?!

Editoriali

Liberazione, sorriso di madre e futuro dei figli

Gli occhi del 25 aprileMentre sempre meno bambini possono imparare direttamente dagli sguardi di un nonno che non vuol parlarne o di una nonna che si commuove al sol pensiero, ricorre un altro anniversario della Liberazione. È il 25 aprile, l’Italia è riscaldata da una primavera un po’ tardiva e più che mai attesa. La pace dopo l’inverno. Un giorno di vacanza, l’occasione per una gita fuori città o per riposare dopo aver fatto tardi la sera. Ma anche il libro di storia, il discorso di un politico o un servizio del telegiornale. Si raffreddano i ricordi, quando non sono pienamente nostri in quanto non conosciamo nessuno che li abbia vissuti. E cresce anche la paura. Si parla troppo spesso di libertà, è diventata una parola comune, quasi svuotata da ogni emozione e funzionale ai pretesti, quali le arringhe elettorali, le sdolcinate canzoni di Sanremo o i messaggi pubblicitari. E come se non bastasse c’è poi qualcuno che si alza in piedi e si rassegna all’idea del “si stava meglio quando si stava peggio”, piuttosto che del “quando c’era lui…”.

Pagina 1 di 7

Twitter

Facebook

Vuoi rimanere aggiornato sugli eventi del mondo dell'arte?

SEGUI EXTRAMOENIA SU FACEBOOK
Rijoux - La bottega del riciclo e del bijoux fatto a mano

icona newsletterIscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle novità di Extramoenia!


Virtual Expo

icona mostra SavinioVisita la "Commedia dell'arte" di Alberto Savinio.
Il meglio della mostra che c'è stata ora è per sempre.

icona Collezione BancartisCollezione Bancartis, la promozione fuori dagli schemi della BCC Mediocrati, con la mostra "Young at art".


Extramoeniart su Pinterest